FdI: vulnus sconcertante in paese democratico. produrre anticorpi contro rigurgiti fascisti

Sappiamo che il nostro paese non ha pienamente fatto i conti con quella aberrazione che furono fascismo e leggi razziali ma riteniamo che sia compito dei partiti vigilare attivamente affinchè certi soggetti non inquinino i pozzi della democrazia

L’inchiesta di Fanpage ha rivelato quello che molti temevano e cioè che nel partito di Giorgia Meloni si nascondessero anche elementi appartenenti alla torbida galassia nera. 

I legami della destra milanese con neofascisti ed estremisti, certificati dalla testata, sono inquietanti e inaccettabili in un paese democratico. 

Senza contare che il sistema delle lavatrici di cui ha parlato il Barone Nero potrebbe aver consentito il riciclaggio di denaro sporco. 

E’ probabile che di questa vicenda se ne occupi ora la magistratura, tuttavia riteniamo, come ha detto Ruth Dureghello, presidentessa della Comunità Ebraica di Roma che non possa “esserci spazio nei partiti dell’arco costituzionale per chi fa il saluto romano, inneggia a Hitler e insulta neri e ebrei”. 

Ho più volte chiesto alla ministra Lamorgese, anche attraverso interrogazioni parlamentari, di procedere allo scioglimento delle organizzazioni che si richiamano a ideologie nazistoidi e antisemite come Forza Nuova e Casapound. 

Sappiamo che il nostro paese non ha pienamente fatto i conti con quella aberrazione che furono fascismo e leggi razziali ma riteniamo che sia compito dei partiti vigilare attivamente affinché certi soggetti non inquinino i pozzi della democrazia.  

Non possiamo che augurarci per la salute di questo paese una destra pienamente costituzionale e senza punti oscuri. Allo stesso modo notiamo che gli attacchi agli antifascisti degli ultimi anni, accusati di essere esagerati e anacronistici, erano evidentemente strumentali. C’è bisogno più che mai di una coscienza antifascista diffusa e di cittadini e cittadine vigili e attenti.