Università: al via dopo nostro emendamento i dottorati comunali per una PA innovativa

E’ stato pubblicato il bando dell'Agenzia per la Coesione Territoriale per dottorati comunali con focus sulle attività di ricerca su temi di interesse dei Comuni delle aree interne del Paese.

E’ stato finalmente pubblicato il bando dell'Agenzia per la Coesione Territoriale per dottorati comunali. 

I dottorati comunali rappresentano una delle proposte emendative al DL Rilancio più innovative: sono dei veri dottorati (accreditati presso le università italiane) con focus sulle attività di ricerca su temi di interesse dei Comuni delle aree interne del Paese. 

Nelle amministrazioni pubbliche troppo spesso mancano le risorse necessarie per le nuove sfide ecologiche, digitali e di innovazione e spesso è difficile, soprattutto per le aree periferiche, attrarre le competenze adatte a questi scopi. I dottorati comunali rispondono a queste esigenze, portando sul territorio le capacità e l’esperienza di giovani ricercatori che, con il loro lavoro, indirizzano un processo capace di rispondere alle specifiche e peculiari esigenze di diverse comunità locali e delle relative pubbliche amministrazioni. 

Un misura sperimentale, nata grazie ad un emendamento che, con altri deputati e deputate avevamo presentato un anno fa e che adesso è entrato in vigore, permettendo alle università di contribuire fattivamente allo sviluppo di alcuni territori attraverso non solo la ricerca ma anche la valutazione delle politiche pubbliche. 

Speriamo che questa misura venga presto estesa a tutto il territorio nazionale perché consente un reale raccordo tra università e enti locali.