Parta dalla Puglia una nuova stagione dell'antimafia

Lavorare sulla coesione delle comunità è necessario tanto più oggi sia per reagire alla crisi sociale e sanitaria causate dalla pandemia che per resistere rispetto l’aggressione delle mafie.

Nella mia ormai lunga attività antimafia ho sempre sostenuto che la partecipazione e l’appartenenza a una comunità siano tra i fattori necessari agli anticorpi delle città contro le mire della criminalità organizzata. Lavorare sulla coesione delle comunità è necessario tanto più oggi sia per reagire alla crisi sociale e sanitaria causate dalla pandemia che per resistere rispetto l’aggressione delle mafie. 

Come evidenzia la Relazione della Commissione Antimafia sulle attività mafiose in epoca covid che ho redatto, la risposta passa dalla collaborazione e dalla partecipazione. 

Per questo sostengo in ogni modo le azioni di Legacoop che attivano processi generativi sul territorio. Mi preme però fare un appello: mentre cerchiamo giustamente di coinvolgere le nuove generazioni nella lotta alle mafie, è importante che anche i 50/60enni facciano un’analisi con assunzione di responsabilità sulla mancata crescita e sviluppo del nostro paese. 

La coesione tra generazioni, così come i tentativi di produrre lavoro "buono" sono fondamentali per una nuova stagione di antimafia. 

Nel complimentarmi dunque con quanti, come la Cooperativa L'internazionale e l'associazione Liberamente, contrastano attivamente la criminalità attraverso il lavoro e nell'augurarmi che tali esperienze, eccellenze pugliesi, vengano replicate e potenziate, aggiungo che la lotta alla mafia non deve essere una battaglia isolata ma un percorso di senso, una chiave di lettura che accompagna ogni provvedimento che riguarda la crescita dell’intero paese.

Questo il sunto del mio intervento durante la tavola rotonda “La legalità e la relazione sociale" che si è svolta ieri a Cerignola al quale ho aggiunto un ricordo di Stefano Fumarulo, ricercatore della Regione Puglia scomparso, che ha dato un contributo fondamentale con le sue ricerche sul contrasto delle attività mafiose nel territorio.